Perché questo potrebbe essere un buon momento per iniziare a suonare l’arpa

Posted by | · · · · · · · · · · | Corsi · Sawaiki | Nessun commento su Perché questo potrebbe essere un buon momento per iniziare a suonare l’arpa

Quando si deve iniziare a suonare l’arpa? In molti spesso mi formulano questa domanda. La risposta è che l’arpa non si DEVE iniziare a suonare e ancora meno c’è un momento preciso per farlo. Si sente di iniziare a suonare l’arpa.

È chiaro che non mi sto riferendo, ora , ad un discorso accademico in senso stretto o lavorativo e remunerativo, che affronterò in articoli futuri in quanto altrettanto di grande interesse ed utilità. Oggi voglio focalizzare l’attenzione su un elemento che secondo me viene ancora prima della scelta del percorso di studi, voglio far luce  sul primo impulso che ci porta a muovere verso un approccio musicale, ciò che ci spinge a cercare un insegnante, ad informarci, a farci balenare l’idea che forse potremmo provare a suonare uno strumento. La prima scintilla insomma!

A volte capita quando siamo completamente estranei all’argomento, ce ne sentiamo così distanti che quella prima scintilla ci pare assurda e tentiamo perfino di soffocarla. Altre volte ci arrendiamo ad essa, forse trascinati dal sottile fermento che la novità ci provoca, profumo di un nuovo inizio, curiosità

Iniziamo a percepire che in fondo non esiste nessun motivo per cui non dovremmo almeno provarci. Noi non siamo necessariamente quelli negati per la musica, come ci hanno sempre additati, e nemmeno se, invece, ci abbiamo rinunciato una volta da piccoli deve essere ancora così.

Questo potrebbe essere il momento perfetto per iniziare a suonare l’arpa, per diversi fattori.

Il primo è motivazionale. Quando quella scintilla si accende non è mai un caso, è lì per solleticarci e farci rinsavire dal torpore in cui, ahimè, le vite frenetiche ci chiudono. Quando la sentiamo, solitamente, è il momento giusto per agire, senza riflettere più di tanto e senza rimandare.

Il secondo punto è, infatti, che non esiste un momento giusto o meglio, in chiave più positiva come amo io, è sempre il momento giusto. Non serve aspettare di essere pronti, impeccabili, di aver sistemato questa e quell’altra faccenda per partire per un viaggio, il rischio è di non partire mai.

Come terzo punto, ma non per importanza, vorrei far notare come studi sempre più approfonditi, che io stessa sto intraprendendo, fondati su solide basi matematiche e scientifiche, stiano finalmente riportando la musica al posto in cui deve stare, tra le scienze matematiche. Nei secoli scorsi è stata depotenziata e minimizzata a semplice contorno di feste e bagordi o rigidamente incasellata come musica sacra per demonizzare ciò che in quei canoni non entrava, ha pur continuato ad essere basilare per l’uomo e la sua vita, senza che lui se ne rendesse conto. Un impoverimento culturale, ma non solo, oserei dire biologico, che per fortuna oggi è stato denunciato da diversi precursori e sta tornando in auge grazie all’attenzione sempre crescente verso il benessere fisico e spirituale.

L’arpa, strumento a corde, ha vibrazioni e armonici importantissimi per il dialogo con il nostro organismo. Come sappiamo dona rilassatezza, ma sono ben maggiori i benefici che se ne possono trarre anche in situazioni di criticità, a partire dall’ascolto per arrivare alla pratica del suonarla. Il nostro corpo, fatto di acqua e onde sonore, ne è di continuo influenzato, siamo bombardati letteralmente dalla musica, ma siamo sempre noi a scegliere come e quando?

Su questo sito, ai miei eventi e durante i miei corsi avrete modo di approfondire queste tematiche e venire a conoscenza di come lo strumento degli angeli per antonomasia, sia effettivamente qualcosa di “divino”. Per molti, ma non per tutti. La mia missione è far sì che questi molti siano sempre di più.

Sawaiki


No Comments

Leave a comment